Home

Il volume del 2016

Eventi e Manifestazioni su Vivertempo.it
Il secondo libro del 2016 di Riccardo Dri, "Dallo Speculum alle Aenigmate" (Dissertatio de foemina), ISBN 978-88-92639-71-3 € 23.00
325 VOCI BIBLIOGRAFICHE, 746 NOTE, 362 PAGINE
Disponibilità immediata
 LO TROVI
ALLA FELTRINELLI, ALLA IBS, ALLA UNILIBRO, ALLA AMAZON, ALLA YOUCANPRINT, ECC.


(click sull'immagine per andare alla pagina d'acquisto)
Leggi la RECENSIONE della Rivista Il rumore delle pagine
Questo non è un libro per le donne, e neppure sulle donne, ma semmai accanto alle donne. Non risolverà problemi, anzi metterà al proprio centro un enigma irriducibile a qualunque sapere maschile, l’enigma della femminilità, come lo chiamò Freud. Psiche, inconscio, sentimento e sesso, che sono eventi femminili, e di cui il maschile non sa assolutamente nulla, si incardinano dentro il ciclo nascita, crescita, riproduzione e morte, le forme mitologiche della finitudine: la donna ci mette al mondo (nascita), ci allatta (crescita), è la nostra compagna di letto (riproduzione), e ci riaccoglie nel suo grembo nel nostro ultimo viaggio (morte). Il ciclo della vita (e della morte) non può essere che femminile. Questo è il crocevia che fa coincidere gli opposti, e che il maschile proprio per questo o ignora o non comprende. La donna è relazione, il suo corpo è fatto per due, anche se non genera. Mentre l’uomo ha relazioni. La donna è impegnata nella generazione, mentre l’uomo, da essa esonerato, gioca per intrattenimento. La donna ha due soggettività, per di più in conflitto aperto tra loro: l’Io e la specie. L’uomo ne ha solo una: la sua (di lui) femminilità è ricacciata indietro nell’inconscio, e vi lotta contro, per questo il suo psichismo è elementare, atrofico, limitato, rudimentale. L’uomo ha affetti, la donna ama. Questo amare, assai prima di essere sentimento, è una forma cognitiva ignota all’uomo, che per legittimarsi ha bisogno di istituire saperi. Eppure, se ascoltiamo Agostino, non si conoscerà mai nulla se non tramite l’amore (non intratur in veritatem nisi per caritatem). 

La Grande Madre non è tanto la donna o le donne, ma il ritorno della natura incurante degli individui che neppure le cure materne, per profuse che siano, riescono a mascherare. Qui sento la cadenza del tragico da cui il maschio s’è distolto prendendo a giocare. Prima con gli animali da caccia, poi con gli dèi che nel recinto del sacro hanno preso il posto un tempo occupato dall’animale divinizzato, poi con le idee che, come giochi, ognuno può fare e disfare da sé. Pura distrazione, semplice diversivo dal luogo tragico che il corpo di ogni donna indica come ritmo insignificante della nascita e della morte […] ritmo dell’insignificanza, puro accadere della specie, spettacolo per spettatori che possono vivere solo se si distraggono, se non pensano che tutto il senso che nella loro vita vanno costruendo, e senza cui non potrebbero vivere, implode nel ritmo della successione delle generazioni che morte e nascita scandiscono, e a cui il corpo della donna inevitabilmente rinvia.

Ora anche in formato Epub per Tablet, computer, Iphone, ecc.

Negli stessi bookstore on-line dove trovate il volume cartaceo è reperibile anche il formato elettronico, che costa € 2,45. La versione si chiama Epub. Che cos'è? EPub (abbreviazione di “electronic publication”, “pubblicazione elettronica”) è uno standard aperto e specifico per la pubblicazione di ebook, ossia di libri digitali. E' basato sul linguaggio xml ed è divenuto uno dei formati più diffusi nel mondo dell'editoria digitale. Per leggere questo formato sul computer consiglio  di scaricare il lettore gratuito Adobe Digital Editions. Questo formato consente un enorme  risparmio sui prezzi di copertina (vedi, da € 23.00 a € 2,45). Scarica il libro da questo LINK.

formato audio-libro (estratto)
 

Novità di Agosto 2017


Platone e Aristotele, se scrissero di politica, lo fecero come per regolare un ospedale di pazzi; e se fecero sembiante di parlarne come di una gran cosa, fu perché sapevano che i pazzi ai quali parlavano si figuravano di essere re e imperatori. Essi entrano nei loro principi per moderare la loro pazzia e renderla il meno dannosa possibile. (H. Arendt).
 L’istinto gregario, una potenza oggi divenuta sovrana, è qualcosa di fondamentalmente diverso dall’istinto della società aristocratica; e dipende dal valore delle unità quel che poi significherà la somma … Tutta la nostra sociologia non conosce altro istinto di quello del gregge, ossia degli zeri assommati, dove è virtuoso essere zero. (F. Nietzsche)

 Quanto meno mangi, bevi, compri libri, vai a teatro, al ballo e all’osteria, quanto meno pensi, ami, fai teorie, canti, dipingi, verseggi, ecc., tanto più risparmi, tanto più grande diventa il tuo tesoro, il tuo capitale. Quanto meno tu sei, quanto meno realizzi la tua vita, tanto più hai; quanto più grande è la tua vita alienata, tanto più accumuli del tuo essere estraniato. (K. Marx)




Chi desiderasse una presentazione nella sua città può contattarmi (con un adeguato anticipo) dalla sezione contatti